78lupiditoscana


Bacheca

Clicca Indice Generale             Clicca facebook

Mandate una mail a: 78lupiditoscana@gmail.com  con nome e cognome e sarete aggiornati tempestivamente sulle iniziative dell’Associazione Lupi di Toscana

Clicca qui →per visitare la sede dell’Associazione Lupi di Toscana

Aggiornamenti

11/11/2018 XXIII Raduno annuale dei Lupi
12/11/2017 XXII Raduno annuale dei Lupi e dei fanti della Brigata Friuli
27/02/2016 L’ultima bandiera della Gonzaga è stata donata all’Associazione (Novità)
29/05/2015 Il monumento ai Lupi ha una nuova casa
09/05/2015 Nella sezione storia, memorie di Lupi della 7a Divisione Lupi di Toscana (77° RGT, 78°RGT, 30° RGT Artiglieria)
17/04/2015 Albania, Ritrovato il luogo del Monumento alla Divisione Lupi
30/11/2014 1942. Nord Africa. Il gen Montgomery chiede di avere i Lupetti….
29/11/2014 L’uniforme del Ten. Col Ottorino Bonini, eroe del Monte Melino
19/11/2014  Il Fante d’Italia . Il ricordo del Gen. Giorgio Cantini
21/06/2014 Nuove foto dell’operazione Ibis 2 in Somalia (in Radio Fante)
26/01/2014 Bergamo, In onore dei Lupi, nella sezione Storia
01/11/2013 Cenni storici, nella sezione Storia (novità)
25/05/2013 Una necessaria precisazione …
10/03/2013 Un Lupo dell’8° 88 in Radio Fante
01/12/2012  Fotografie del II° BTG del 78° RGT Lupi di Toscana in Radio Fante
21/07/2011 Recupero del monumento ai Lupi
26/02/2011 Addio Marcello
13/06/2015 CliccaGadgets dei Lupi di Toscana (con foto)  Vedi Novità

Clicca L’ultimo silenzio per i Lupi di Toscana

Clicca Inno dei Lupi
L’utilizzo di immagini o articoli presenti in questo sito è consentito a condizione che venga citata la fonte.
Annunci


XXIV° Raduno dell’Associazione Lupi di Toscana- programma del 10/11/2019

⇓Segue bollettino per rinnovo iscrizione ⇓

bollettino postale



Dal Fante d’Italia n. 2 Giugno 2019. Il Gen Mocellin alla Festa della Fanteria a Torino



Un aiuto per una bambina gravemente malata
luglio 20, 2019, 8:30 am
Filed under: Uncategorized

Abbiamo avuto conferma direttamente da fonti interne al Capar di Pisa di un caso che colpisce un paracadutista in servizio in quella caserma. Riportiamo la descrizione del caso tratta dal sito http://www.congedatifolgore.com del 12/7/2019

Tutto è cominciato poco più di 2 anni. Jo , questo è il nome della bambina il cui caso Vi sottoponiamo, è nata con una serie di problemi: le mancavano due costole, ma soprattutto le è stata diagnosticata l’emimelia tibiale bilaterale. Contro ogni previsione, la piccola con il passare del tempo comincia a gattonare, ma è troppo piccola per poter essere trasportata su una carrozzina. Le viene ora applicato un tutore, per un’ora al giorno, che le permette di compiere piccoli passi, affinché le sue ossa possano rafforzarsi subendo il carico giusto.
L’unica via perseguibile sarebbe stata quella dell’amputazione.

“Abbiamo saputo di un bimbo polacco, Bartek Bulat, nato con la stessa patologia di Jo che dopo essere stato operato in Florida ha camminato, è cresciuto ed ora va persino in bicicletta”, racconta Irene, che ha deciso di rivolgersi al Paley Institute di Palm Beach dopo che in Italia le avevano dato poche speranze per sua figlia.
Negli Usa, invece, la piccola dovrebbe sottoporsi ad un intervento, con il quale le verrebbero letteralmente ricostruite le ossa mancanti. “Sono stata anche a Bologna da uno specialista – continua Irene – ma ciò che ci ha proposto non avrebbe migliorato la qualità della vita di Jo, perché avrebbero creato gambine più corte, senza la possibilità di piegarsi”. Così, il prossimo settembre la bimba insieme ai genitori volerà in Polonia, dove verrà sottoposta ad un visita per saperne di più sull’intervento da subire in America.
500MILA EURO
“Non sappiamo ancora quale sarà la cifra da pagare, ma ci hanno detto che si aggira intorno ai 500mila euro”. Da qui, la decisione di lanciare campagne di raccolta fondi online ed eventi benefici per raccogliere quanto più denaro possibile.

“A sinistra Jo deve sistemare il ginocchio, riallineare la caviglia e unire i due peroni presenti per far sì che il peso del corpo possa essere sostenuto. A destra, è presente soltanto un perone. Questo ha causato un’incurvatura dell’osso presente, che si è andato a posizionare più in alto di dove dovrebbe, la gambina risulta dunque più corta. Ginocchio, caviglia, lunghezza e curvatura sono dunque tutte da sistemare”, spiega ancora Irene, che conclude: “Jo non è l’unica bimba in questa situazione, ci sono anche Thalia e Giovanni, le cui storie sono molto simili. Spero che un giorno mia figlia si renda conto che è ho fatto davvero di tutto per lei. Se c’è anche solo una minima possibilità che lei possa camminare devo perseguirla”.

Per la raccolta fondi è stata aperto un sito facebook di cui riportiamo l’indirizzo

https://www.facebook.com/donate/1925339134232732/1862365570532500/

Con le associazione d’arma presenti a Firenze saremmo intenzionati a sostenere la raccolta fondi anche tramite una iniziativa autonoma. Faremo avere notizie.



Firenze 1/07/2019 La Divisione FRIULI cambia denominazione e diventa Divisione Vittorio Veneto

Oggi 1 luglio 2019, presso la caserma “Gen. A.Predieri”, a Rovezzano (Firenze), la Divisione “Friuli” assumerà ufficialmente la nuova denominazione di Divisione “Vittorio Veneto”.

Segue la struttura della Divisione Vittorio Veneto, (già Divisione Friuli)

Il provvedimento è scaturito dalla volontà dei Vertici della Difesa di onorare la più grande vittoria militare della Nazione, assegnando ad una grande unità dell’Esercito Italiano il nome del luogo che più di ogni altro richiama la fine della Grande Guerra.



Il Colonnello Silvestri ci ha lasciato

L’Associazione 78’ Reggimento Fanteria Lupi di Toscana di Firenze compiange il suo già presidente, il colonnello Giacomo Silvestri, deceduto la mattina del l’11 giugno c.m. .
I “Lupi” porgono alla famiglia le più sentite condoglianze.
I funerali si terranno domani, 12 giugno ore 10.30 alla chiesa del Preziosissimo Sangue via Luigi Boccherini 23 (zona Piazza Puccini) a Firenze.

 



Rovezzano (FI) 8/05/2019. Festa dell’Esercito al Comando della Divisione Friuli

In occasione del 158°anniversario della nascita dell’Esercito Italiano si è svolta la grande festa alla Caserma Predieri di Rovezzano a Firenze. Naturalmente i Lupi di Toscana del 78^ non potevano mancare. Rappresentati dal presidente Paolo Napolitano, insieme al presidente del Associazione Nazionale Fante di Firenze, il generale Umberto Calamida e al presidente del Assoarma Fiorentina, il generale Nicola De Nicola e con il sostegno di molti altri Lupi, sono stati ricevuti calorosamente dal padrone di casa, il comandante della Divisione Friuli, il generale Carlo Lamanna.
Questa Caserma ospita nel suo piccolo ma interessantissimo museo, aperto per l’occasione, alcuni gioielli importanti per la storia del glorioso Reggimento, tra cui l’uniforme del tenente colonnello Ottorino Bonini, uno degli artefici nel 1915 alla storica conquista del monte Melino che dette il nome ai Lupi e un elmetto della IIa Guerra Mondiale. Quest’ultimo apparteneva ad un Lupo caduto in Albania nel gennaio del 1941. Il reperto fu trovato recentemente, insieme ad altri oggetti, da tre ricercatori di Bergamo, amici dei Lupi, proprio in Albania.
Ma la Divisione Friuli conserva un altro cimelio caro a tutti quelli che hanno fatto parte del reggimento, ossia il monumento ai Lupi di Toscana. Originariamente collocato nella ex caserma Gonzaga, con il degrado del edificio anche questo splendido gruppo scultoreo in bronzo era stato abbandonato e destinato ad essere predato per riciclare il prezioso metallo. Solo grazie al intervento di alcuni membri dell’Associazione, che con il loro pronto recupero hanno salvato in extremis questo simbolo, oggi lo possiamo ancora ammirare all’interno della Caserma Predieri che da qualche hanno non soltanto lo ospita ma ne garantisce la sua conservazione.
Lo stesso generale Lamanna si è mostrato orgoglioso del importante testimonianza storica e le foto di gruppo davanti al monumento sono state un “must” anche in questa straordinaria occasione.”

 

Questo slideshow richiede JavaScript.



Pistoia 16/04/2019, IL Labaro dell’Associazione è stato presente alla festa del 183° Reg Par. Nembo